LE MASTERCLASS DEL CSC: CÉLINE SCIAMMA

07 SETTEMBRE 12:00 - Sala Laguna
Prenotazione obbligatoria su giornatedegliautori.com

Per il secondo anno consecutivo, Il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia collabora con le Giornate degli Autori all’organizzazione di Masterclass con professionisti di grande rilievo, rivolte agli studenti della Scuola Nazionale di Cinema presenti al Lido, e aperte al pubblico del Festival, che potrà così approfittare di momenti di approfondimento sulla pratica cinematografica. Le Masterclass, moderate dalla giornalista Ilaria Ravarino, offriranno una prospettiva molto concreta sul lavoro dei professionisti invitati, che ripercorreranno importanti tappe della fabbricazione delle loro opere attraverso esempi pratici e ricordi di lavorazione.

Céline Sciamma (Cergy-Pontoise, Francia, 1980), dopo essersi laureata in lingua francese, ha studiato sceneggiatura all’École Nationale Supérieure des Métiers de l’Image et du Son (FEMIS) di Parigi. Tra il 2004 e 2006, collabora alla stesura della sceneggiatura di due cortometraggi di Jean-Baptiste de Laubier: Les premières communions e Cache ta joie. In quel periodo, scrive anche Naissance des pieuvres, aggiudicandosi la nona edizione del Prix Junior per la Miglior Sceneggiatura. Una scrittura che nel 2007 si trasforma nel suo primo lungometraggio, selezionato ai Festival di Cannes (Un Certain Regard), Toronto, Londra e Rotterdam. Nel 2011 con Tomboy, tra i numerosi premi, si aggiudica il Teddy Jury Award alla Berlinale. Nel 2014 presenta Bande de filles (Diamante nero) alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes. Due anni dopo scrive le sceneggiature di Quand on a 17 ans (Quando hai 17 anni) di André Téchiné e di Ma vie de Courgette (La mia vita da Zucchina), film d’animazione di Claude Barras che riscuote un notevole consenso di critica e pubblico e che tra i numerosi riconoscimenti, riceve una Nomination agli Oscar. Nel 2019 torna alla regia con Portrait de la jeune fille en feu (Ritratto della giovane in fiamme). Un altro grande successo che le porta in dote numerosi premi tra cui quello per la Miglior Sceneggiatura al Festival di Cannes. Due anni dopo scrive Les Olympiades, Paris 13e (Parigi, 13Arr.) con Léa Mysius e Jacques Audiard che del film è anche regista. Nello stesso anno dirige Petite maman presentato in anteprima al Festival di Berlino. Nel 2018 insieme a molti colleghi ha fondato il Collectif 50/50, associazione francese che promuove l’uguaglianza tra donne e uomini e l’inclusione della diversità sessuale e di genere nell’industria cinematografica e audiovisiva.