2020
CHI SIAMO
PARTNER
ISCRIZIONI
ARCHIVIO
CONTATTI

2012: 9th edition

august 30
september 8
 
NEWS
FILM
Selezione Ufficiale
Eventi Speciali
Venice Nights
Miu Miu Women's Tales
Progetti Speciali
Notti veneziane
Premio Lux
PROGRAMMA
INCONTRI
INTERVISTE
GALLERY

main sponsor





creative partner




PROGRAMMAZIONE

29/08/2012 h 22:30Pasinetti
Press, Industry, Professional

30/08/2012 h 16:45Darsena
Pubblico, tutti gli Accrediti
Preceduto da The Powder Room, Muta, The Woman Dress, It's getting late
Selezione Ufficiale
PINOCCHIO
di Enzo D'Alò
prima mondiale
 
Italia, Francia, Belgio, Lussemburgo 2012, 78', colore
 
sceneggiatura Enzo D'Alò, Umberto Marino
tratto dal romanzo Le avventure di Pinocchio
di Carlo Collodi
disegni Lorenzo Mattotti
montaggio Gianluca Cristofari
musica Lucio Dalla
suono Gianni Pallotto
voci Gabriele Caprio (Pinocchio), Rocco Papaleo (Mangiafoco)
Paolo Ruffini (Lucignolo), Lucio Dalla (il pescatore verde)
Maurizio Micheli (il Gatto), Maricla Affatato (la volpe)
Mino Caprio (Geppetto), Pino Quartullo (un carabiniere)
Andy Luotto (oste)
 
produttore delegato Nicolas Steil
produzione Cometafilm, Iris Productions
Walking the Dog, 2D-3D Animations
con il contributo di
Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema
 
vendite internazionali Rezo Films
29 rue du Faubourg Poissonnière, 75009 Paris, France
Tel +33 01 42464630 - Fax +33 01 42464082
 
distribuzione Lucky Red
via Antonio Chinotto, 16, 00195, Roma, Italia
Tel +39 06 373522 - Fax +39 06 37352310
 
Il falegname Geppetto si costruisce un burattino da un ciocco di legno e gli da nome Pinocchio. Ma il burattino scappa e nei suoi numerosi incontri rischia di perdere la vita. Fortunatamente però arriva a salvarlo la Fata Turchina che lo cura insieme al Corvo, la Civetta e il Grillo-parlante. Pinocchio finisce nell'Isola dei Balocchi e viene trasformato in asino. Infine si ritrova nel ventre di un pescecane, dove ritrova e salva Geppetto, che con la sua barca era andato a cercarlo in mare ed era stato da questo inghiottito.
 
«Appena entrato in casa, Geppetto prese subito gli arnesi e si pose a intagliare e fabbricare il suo burattino. Che nome gli metterò? - disse fra sé e sé -. Lo voglio chiamar Pinocchio. Questo nome gli porterà fortuna… Quando ebbe trovato il nome al suo burattino, allora cominciò a lavorare a buono, e gli fece subito i capelli, poi la fronte, poi gli occhi…»
 
«È stato il film più difficile, coinvolgente, sperimentale e delicato che abbia mai realizzato; più di trecento artisti hanno condiviso con me gioie e dolori durante oltre quattro anni, in una straordinaria atmosfera di collaborazione. Tutto questo si intravvede in ogni fotogramma di Pinocchio, nostro beniamino in fuga alla ricerca della felicità». (Enzo D'Alò)



DOWNLOAD

PHOTOGALLERY HIGH RES
© Associazione Culturale Giornate degli Autori - via Panaro 17 (RM) - P.IVA 08079171008 Design: EU-GENIA srl - Webmaster: Daniele Sorrentino