2020
CHI SIAMO
PARTNER
ISCRIZIONI
ARCHIVIO
CONTATTI

2012: 9th edition

august 30
september 8
 
NEWS
FILM
Selezione Ufficiale
Eventi Speciali
Venice Nights
Miu Miu Women's Tales
Progetti Speciali
Notti veneziane
Premio Lux
PROGRAMMA
INCONTRI
INTERVISTE
GALLERY

main sponsor





creative partner




PROGRAMMAZIONE

30/08/2012 h 09:00Volpi
Press, Industry, Professional

04/09/2012 h 17:00Darsena
Pubblico, tutti gli Accrediti
Segue incontro con il pubblico

07/09/2012 h 22:30Pasinetti
Tutti gli Accrediti
Selezione Ufficiale
IL GEMELLO - THE TRIPLET
di Vincenzo Marra
prima mondiale
 
Italia 2012, 88', DCP, colore
 
sceneggiatura Vincenzo Marra
fotografia Francesca Amitrano
montaggio Luca Benedetti
suono Daniele Maraniello
produttore Gianluca Arcopinto, Marco Ledda
Vincenzo Marra, Angelo Russo Russelli
produzione Axelotil, Settembrini Film
 
vendite internazionali Rai Trade
Via Umberto Novaro, 18, 00195, Roma, Italia
Tel +39 06 374 981 - Fax +39 06 370 1343
 
distributione Zaroff - Kimerafilm
Piazza Santa Maria Liberatrice 27, 00153, Roma, Italia
Tel +39 06 57297504
delbuonovalentina@yahoo.it - www.kimerafilm.com
 
ufficio stampa Lionella Bianca Fiorillo - Storyfinders
Via A. Allegri da Correggio 11, Roma, Italia
Tel +39 06 88972779
 
"Il Gemello" è il nomignolo di Raffaele. Ha ventinove anni e due fratelli gemelli. È entrato in carcere all'età di quindici per aver rapinato una banca, da dodici vive lì dentro. Raffaele non è un detenuto normale, ha carisma e gode di grande "rispetto" da parte degli altri detenuti. Il carcere circondariale di Secondigliano (Napoli) è la sua casa. In quel luogo di dolore, vive con il suo compagno di stanza Gennaro; coetaneo e condannato all'ergastolo. Con lui lavora alla raccolta differenziata dei rifiuti e grazie a questo lavoro mantiene la sua famiglia d'origine. Raffaele ha un rapporto speciale anche con Niko, il capo delle guardie carcerarie con cui parla e si confronta. Niko sta cercando di introdurre nelle sezioni carcerarie che dirige regole più umane e attente all'individuo. Il film è un viaggio all'interno dei luoghi fisici e dell'anima di Secondigliano, dagli spazi angusti delle celle, al parlatoio in cui si incrociano le esistenze dei tre protagonisti tra piccoli e grandi avvenimenti.
«Oltre a continuare il mio viaggio nei luoghi di Napoli iniziato 12 anni fa con Estranei alla Massa e proseguito con L'udienza è Aperta prima e il Grande Progetto poi, volevo usare il carcere e la mia capacità di relazionarmi con le persone e con gli spazi della mia terra, entrando in questo luogo di dolore, con l'unico obbiettivo di cercare di restituire agli spettatori, in modo fedele, l'esperienza dei protagonisti. Mi ero prefisso anche l'obiettivo di ridurre ancor più, di quanto già fatto in precedenza, il confine tra fiction e documentario». (Vincenzo Marra)
 
Vincenzo Marra (Napoli, Italia, 1972) abbandona la sua attività di fotografo sportivo nel 1996 per cimentarsi nel mondo del cinema. Alla fine degli anni Novanta scrive e dirige due corti, Una rosa prego e La vestizione. Il suo primo lungometraggio, Tornando a casa (2001) vince numerosi premi internazionali, tra cui quello del Miglior Film della Settimana della Critica a Venezia. Successivamente firma due documentari: Estranei alla massa, selezionato in concorso a Locarno, e Paesaggio a Sud, presente nella sezione "Nuovi territori" della Mostra di Venezia. Nel 2004, scrive e dirige il suo secondo lungometraggio, Vento di Terra. Il film riceve numerosi premi, tra cui il Fipresci alla Mostra di Venezia. Nel 2005 è nuovamente presente a Locarno nella competizione video con un documentario dal titolo 58%. Nel 2006 è la volta de L'udienza è aperta, selezionato alle Giornate degli Autori. L'anno dopo, sempre al Lido, è in concorso con L'ora di punta. Nel 2008 torna al documentario con Il Grande progetto.



DOWNLOAD

PHOTOGALLERY HIGH RES
© Associazione Culturale Giornate degli Autori - via Panaro 17 (RM) - P.IVA 08079171008 Design: EU-GENIA srl - Webmaster: Daniele Sorrentino