2020
CHI SIAMO
PARTNER
ISCRIZIONI
ARCHIVIO
CONTATTI

2012: 9th edition

august 30
september 8
 
NEWS
FILM
Selezione Ufficiale
Eventi Speciali
Venice Nights
Miu Miu Women's Tales
Progetti Speciali
Notti veneziane
Premio Lux
PROGRAMMA
INCONTRI
INTERVISTE
GALLERY

main sponsor





creative partner




PROGRAMMAZIONE

30/08/2012 h 16:45Darsena
Pubblico, tutti gli Accrediti
Miu Miu Women's Tales
MUTA
di Lucrecia Martel
Italia, Argentina, Paraguay, 2011, 6'27"
 
fotografia Hugo Colace
musica e scenografia María Onis Vigil
acconciatura e trucco Alberto Moccia
interpreti María Alché, Julia Anderson, Cecilia Barrios
Emilienne de Souza, Piren Larrieu Iturre, Rocío Nuňez
Florencia Ramaccioni, Rocío Somoza
 
produzione Hi! Production, Lita Stantic Producciones
produttore esecutivo Max Brun, Lita Stantic
contatto Ufficio Stampa Miu Miu
tel. +39 02 3498121
pressoffice@miumiu.com
 
Secondo cortometraggio della serie The Miu Miu Women's Tales.
In questo film noir contemporaneo, un elegante equipaggio di creature femminili emerge come insetti dai gavoni di una barca alla fonda in un mare tropicale, senza che se ne veda il volto. Le creature camminano sinuosamente come femme fatale anni Quaranta, e indossano occhiali da sole che celano tutto tranne lo sbattere delle ciglia finte che portano; si rivela così un nuovo linguaggio, un codice Morse composto da schiocchi e vibrazioni che esalta il loro intimo mondo fantastico, permeato di desiderio e evasione spirituale. Tumulate a bordo della lussuosa barca modernista, le crisalidi si preparano alla loro strana Metamorfosi, simboli di evoluzione, trascendenza e fuga dal mondo materiale e effimero.
 
Lucrecia Martel dirige alcuni cortometraggi tra cui Rey Muerto (1995), premiato in vari festival internazionali. In seguito, tra il 1996 e il 1999, firma diversi documentari e programmi per le reti televisive argentine. Nel 2001 scrive e realizza il suo primo lungometraggio, La Ciénaga, presentato al Festival di Berlino (Premio Alfred Bauer per la miglior opera prima), al Sundance (Premio per la miglior sceneggiatura) e ai Rencontres Cinéma d'Amérique Latine di Tolosa (Premio Découverte e Gran Premio Coup de coeur della critica francese). Nel 2004 realizza il suo secondo lungometraggio, La niņa santa, selezionato in concorso al Festival di Cannes. Quattro anni dopo dirige La mujer sin cabeza (La donna senza testa).



DOWNLOAD

PHOTOGALLERY HIGH RES
© Associazione Culturale Giornate degli Autori - via Panaro 17 (RM) - P.IVA 08079171008 Design: EU-GENIA srl - Webmaster: Daniele Sorrentino