MIU MIU WOMEN'S TALES #2

Lunedì 02 Settembre 2019
15:00 Hotel Excelsior Spazio della Regione del Veneto 
 


intervengono
Margaret Qualley
Hunter Schafer
Tessa Thompson

Dal 2011, l'anno di Lucrecia Martel e Zoe Cassavetes, il matrimonio nel segno della creatività femminile tra Miu Miu e le Giornate degli Autori si conferma a Venezia con la collana dei Women's Tales. Quest'anno è la volta di #17 e #18 con Hailey Gates e Lynne Ramsay all'onore della scelta. A scorrere la lista di questi racconti brevi che ogni volta disegnano percorsi nuovi si potrebbe tracciare un diagramma della progressiva affermazione di una generazione di autrici che stanno cambiando la storia del cinema: dall'antesignana Agnès Varda, che a tante ha aperto la strada con la sua sfrontata gioia di vivere e di raccontarsi, a Ava DuVernay; dalle voci nuove del Medio Oriente (basti citare Hiam Abbass e Haifaa al-Mansour quest'anno in lizza per il Leone d'oro) alle scoperte di Cannes come Naomi Kawase e Alice Rohrwacher, che quest'anno ha regalato il suo sguardo alle Giornate per l'immagine ufficiale. E poi talenti glamorous come Chloë Sevigny o Dakota Fanning e registe di qualità come Celia Rowlson-HallMiranda July o Giada Colagrande, a cui molto dobbiamo per la riuscita di questo progetto. Ma le giornate dei "Miu Miu Women's Tales" a Venezia non avrebbero senso se private di momenti di dialogo e racconto in diretta come i talk gestiti ogni anno da una grande giornalista come Penny Martin. Incontri che si tengono all'Hotel Excelsior, nello spazio della Regione Veneto, a cui va un doveroso ringraziamento.

Nell'arco degli undici giorni della Mostra, dedicarne tre alle voci della creatività femminile vuol dire credere che questo valore non sia un'aggiunta al programma, ma un cuore prezioso che indirizza la nostra sensibilità nella selezione e una battaglia per la parità, mai sbandierata ma ricercata, mai sull'onda della cronaca ma in sintonia coi tempi. Questo progetto è nato dall'entusiasmo di Miuccia Prada ed è diventato realtà grazie all'impegno di tante persone che vogliamo ringraziare. Un progetto che lascerà il segno anche in futuro perché non è mai stato una "macchina celibe", ogni volta ha assunto i colori - irripetibili - delle due artiste chiamate a collaborare e ogni volta ha portato con sé sorprese e protagoniste della cultura internazionale. Donne che non hanno bisogno di difendere la propria femminilità, ma sanno imporla come appunto un valore assoluto; donne che guardano il mondo con un occhio diverso e non hanno successo per le "quote rosa", ma per la loro forza e originalità. Quali registe ci saranno dietro l'hashtag #19 e #20? Le aspettiamo.

Indietro | Condividi su
© Associazione Culturale Giornate degli Autori - Via Santa Croce in Gerusalemme 107 (RM)
P.IVA 08079171008 - SDI M5UXCR1 - Licenza S.I.A.E. 4858/I/4524

Trasparenza - Privacy Policy - Cookie Policy

Design: Pizzetti & Partner - Webmaster: Daniele Sorrentino
   
Per favorire l'utente nella migliore esperienza di navigazione possibile questo sito web fa uso dei cookie. I cookie sono piccoli file di testo che i siti web visitati inviano al terminale (computer, tablet, smart-phone, notebook) dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti web alla visita successiva.

ACCETTA COOKIE