07/09/2019

Buona la prima
Premio De Laurentiis a
You Will Die at 20


La sedicesima edizione delle Giornate degli Autori si conclude all'insegna dei festeggiamenti per Amjad Abu Alala, il filmmaker sudanese regista e sceneggiatore di You Will Die at 20 che si è aggiudicato il Leone del futuro - Premio Venezia opera prima "Luigi De Laurentiis".

Il film è una delle quattro opere prime tra gli undici film in concorso alle Giornate. È la quinta volta che un esordio delle Giornate degli Autori si aggiudica questo riconoscimento: 2005, 13 Tzameti di Géla Babluani (Francia); 2006, Khadak di Peter Brosens e Jessica Woodworth (Belgio); 2007, La zona di Rodrigo Plá (Spagna, Messico); 2010, Cogunluk (Majority) di Seren Yce (Turchia).

Il premio all'opera prima di Amjad Abu Alala è stato assegnato dalla Giuria Internazionale composta dal Presidente Emir Kusturica, la regista Antonietta De Lillo, l'attrice Hend Sabry, il produttore Michael J. Werner.

«Ecco un premio tanto felicemente inaspettato - dice Giorgio Gosetti - quanto sperato per la passione con cui abbiamo creduto in questo film fin dal primo momento. Il nostro compito non è cercare gli autori esordienti ma quando il loro talento risplende cristallino come in questo caso siamo fieri e onorati di accoglierli a braccia aperte».

«Il mandato delle Giornate - scrive il presidente Andrea Purgatori - è da sempre quello di accompagnare la creatività e l'indipendenza degli autori, ovunque la loro voce risuoni chiara e potente. Il Sudan era per la prima volta alle Giornate e questo premio è per noi una bellissima conferma per la quale ringraziamo la Giuria dell'opera prima e la Mostra che lealmente accetta e accompagna la nostra autonomia nella ricerca della qualità».