Eventi Speciali

Das Neue Evangelium
The New Gospel

di Milo Rau
Germania, Svizzera, Italia, 2020, 107', colore, DCP
Sceneggiatura: Milo Rau
Coming soon...

fotografia
Thomas Eirich-Schneider
montaggio
Katja Dringenberg

musica
Vinicio Capossela
Elia Rediger
suono
Marco Teufen
Julian Joseph
scenografia e costumi
Anton Lukas
Ottavia Castellotti

interpreti
Yvan Sagnet
[Gesù]
Maia Morgenstern
[Maria]
Enrique Irazoqui
[Giovanni Battista]
Marcello Fonte
[Ponzio Pilato]

produttori
Arne Birkenstock
Olivier Zobrist
Sebastian Lemke
produzioni
Fruitmarket
Langfilm
IIPM (International Institute of Political Murder)

co-produzioni
SRF (Schweizer Radio und Fernsehen)
SRG
SSR
ZDF / ARTE
in collaborazione con
Fondazione Matera Basilicata 2019
Consorzio Teatri Uniti di Basilicata
Teatro di Roma

con il supporto di
Film und Medienstiftung NRW
Bundesamt für Kultur (BAK)
Zürcher Filmstiftung
DFFF - Deutscher Filmförderfonds
Kanton St.Gallen Kulturförderung / Swisslos, BKM
Die Beauftragte der Bundesregierung fur Kultur und Medien
Volkart Stiftung
Suissimage Kulturfonds


Cosa avrebbe predicato Gesù nel XXI secolo? Chi sarebbero stati i suoi discepoli? E come risponderebbe la società di oggi al ritorno del figlio di Dio? Con Das Neue Evangelium, Milo Rau mette in scena una "rivolta della dignità". Guidato dall'attivista politico Yvan Sagnet, il movimento sta combattendo per i diritti dei migranti arrivati in Europa attraverso il Mediterraneo, ridotti in schiavitù nei campi di pomodori nel sud Italia e costretti a vivere nei ghetti in condizioni disumane. Il regista e la sua troupe tornano alle origini del Vangelo e lo mettono in scena come una passione vissuta da un'intera civiltà.




 

Filmografia

2020 Das Neue Evangelium [The New Gospel, doc]
2017 The Congo Tribunal [doc]
2014 The Moscow Trials [doc]





Quando sono stato invitato a realizzare un progetto dalla Fondazione Matera, ho pensato immediatamente: un nuovo film su Gesù che metta insieme la forte tradizione cinematografica della regione con la sua realtà moderna. Suona ironico che Matera, la capitale europea della cultura e la "Gerusalemme" del cinema mondiale, sia circondata da campi profughi? Cosa c'è di più sensato che girare qui un film politico su Gesù, mescolando l'iconografia biblica con la vera rivolta? Un Vangelo per il Ventunesimo secolo, un manifesto per le vittime del cosiddetto "libero mercato", a proposito del quale papa Francesco ha dichiarato: "Questa economia uccide".

Milo Rau (Berna, 1977) è regista, scrittore e dalla stagione 2018/19 direttore artistico di NTGent (Belgio). I critici lo chiamano il più influente (Die Zeit), il più premiato (Le Soir), il più controverso (La Repubblica), il più scandaloso (New York Times) o il più ambizioso (The Guardian) artista del nostro tempo. Dal 2002 ha realizzato oltre cinquanta tra opere teatrali, film e libri. Rau ha ricevuto diverse onorificenze e ha vinto numerosi premi, tra i quali l'International Theatre Insitute (ITI), il più giovane in assoluto ad aggiudicarselo.

Indietro  |  Condividi su